LA TERRA DEL RIMORSO - Ernesto De Martino

La_Terra_del_Rimorso_pAutore: Ernesto De Martino
Titolo: La terra del rimorso.
Sottotitolo: Contributo a una storia religiosa del Sud. Libro + dvd. Seconda edizione
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm 21,5 x 15,5); 460 pagine; 63 illustrazioni (foto) in b/n fuori testo.
Luogo, Editore, data: Milano, Il Saggiatore, novembre 2008
Collana: La Cultura
Prezzo:
ISBN: 9788842815228
Disponibilità: No

In compagnia di uno psichiatra, di uno psicologo, di un musicologo e di un sociologo, Ernesto De Martino conduce nel 1959 una spedizione etnografica nel Salento per studiare il tarantismo pugliese, vale a dire la cura rituale del morso della «taranta», una cura simbolica somministrata con musica, danza e colori.

 

Questa ricerca sul campo da vita a uno dei primi trattati etnologici di carattere interdisciplinare, in grado di abbracciare cultura, storia e religione e di creare nuovi nessi con la ritualità pagana e i culti orgiastici della Magna Grecia. Un'indagine pionieristica sulle tracce del tarantismo, della sua origine e della sua diffusione, del suo legame con la magia naturale, senza tralasciare i tentativi compiuti dalla Chiesa per cristianizzarlo. La terra del rimorso segnò un deciso progresso delle discipline etnologiche e una svolta nei confronti della letteratura «meridionalistica» e di quella folclorica in particolare, propensa a isolare gli arcaismi della vita religiosa del Sud, senza occuparsi del conflitto tra civiltà cristiana e mondo pagano.

Questa nuova edizione di un classico dell'antropologia culturale è arricchita di un apparato critico aggiornato e di un dvd contenente due preziose testimonianze: la riproduzione del disco a trentatre giri inclusa nella prima edizione con i commenti di De Martino; le sonorità catturate da Diego Carpitella in Puglia; e il video Meloterapia del tarantismo realizzato da Diego Carpitella e restaurato nel 1995 da Francesco De Melis.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn