LE ORIGINI DELLA CHIESA E DEL PATRONATO DI SANT’ANTONIO DI PADOVA A PROCIDA - Antonello Bassano

le origini della chiesa e  del patronato di sant Antonio di Padova a Procida Antonello BassanoAutore: Antonello Bassano
Titolo: Le origini della chiesa e del patronato di sant’Antonio di Padova a Procida
Sottotitolo:
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15); 224 pagine.
Luogo, Editore, data: S.l., Nana, dicembre 2016
Collana: 
ISBN: 9788896790144
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilità: In commercio

Il ritrovamento in soffitta da parte dell’Autore di antichi documenti, alcuni risalenti al XVII secolo, ha riportato alla luce la Platea della chiesa di sant’Antonio da Padova di Procida, ovvero il libro contabile del patronato ecclesiastico che la famiglia Cacciuttolo, poi estintasi nei Bassano, aveva ottenuto dalla Curia di Napoli avendo riedificato nel 1633 la chiesa su quella che fino ad allora era stata solo una piccola cappella. L’impresa fu realizzata grazie ai fondi incassati con la tassa sulla vendita del vino di cui i Cacciuttolo erano appaltatori.



Ci si affaccia su un periodo storico, lungo più di un secolo, dal quale emergono non soltanto gli eventi storici epocali del tempo, ma anche la vita quotidiana dei procidani intesa come aspirazioni, interessi, progetti. Tutto ruota intorno alla chiesa di sant’Antonio e ai rettori del relativo patronato i quali, applicando negli anni il sistema creditizio del censo, ormai scomparso, ma allora molto utilizzato in tutta Italia, permisero il realizzarsi di una economia locale che fu il vero motore dello sviluppo edilizio e agricolo del tempo. Sono storie di persone vere, donne e uomini i cui cognomi sono ancora comuni nell’isola, della loro devozione per il Santo, della loro paura dell’aldilà. Dopo un secolo e mezzo bastò un editto napoleonico per cancellare tutto, ma quelle anime, grazie al manoscritto della Platea, sono tornate a raccontarci le loro storie terrene.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.