FEDERICO II DI HOHENSTAUFEN - Ornella Mariani

FeddiHpAutore: Ornella Mariani
Titolo: Federico II di Hohenstaufen.
Sottotitolo: Sturmer und dranger.
Descrizione: Volume in 8° (cm 21 x 15); pp. 376.
Luogo, Editore, data: Napoli, Controcorrente, maggio 2001
Numero di edizione:
Prezzo: Euro 21,00
Disponibilita': In commercio

 

Federico Il di Hohenstaufen, stupor mundi ed enigma ancora oggi per gli storici, irrequieto ed appassionato assertore della liberta' e della giustizia, dell'arte e della cultura, della pace e dell'amore, ricercatore della conoscenza sublime.

L'imperatore tedesco, nato in Italia, si colloca al crocevia tra Occidente ed Oriente: nella sintesi delle due visioni e nella concezione del potere e dell'idea imperiale. La vita, il fascino, la fama, le leggende hanno contribuito a formare un mito che non appartiene solo al contesto politico, religioso e culturale della sua epoca.

Il mito di Federico II sfida il tempo e si propone grandioso e straordinario, proprio come Nietzsche lo percepi': "al di la' del bene e del male".

Federico mori' sub flore, come gli era stato predetto: non a Fiorenza come egli aveva pensato interpretando la predizione, ma nel castello svevo di Fiorentino, la notte del 13 dicembre 1250.
Mori' a cinquantasei anni come Dante, come Nietzsche e come altri grandi Europei.
Mori' la notte di Santa Lucia: quella stessa Santa cui Dante assegnera', nella Commedia, una funzione salvifica. Tra l'altro, sara' proprio Lucia ad apparirgli in sogno nelle sembianze di un'aquila (aquila d'altronde è quasi un'anagramma di Lucia) e a trasportarlo vicino all'ingresso del Purgatorio... Come il Veltro d'Antelami e di Dante, come Carlo Magno, come Federico Barbarossa, come Artù, come Alessandro il Bicorne, come tutti quei personaggi ai quali le diverse escatologie riservano un ruolo decisivo verso la fine dei tempi, cosi' anche Federico II ha legato il proprio nome alla Reparatio Temporum ed alla Renovatio Imperii.
La sua storia avvince ancora in qualunque modo sia scritta.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.