RENATO CACCIOPPOLI: HANNO DETTO DI LUI - Francesco Chiacchio, Flavio Giannetti, Carlo Nitsch

RENATO CACCIOPPOLI: HANNO DETTO DI LUI - Francesco Chiacchio, Flavio Giannetti, Carlo NitschCuratori: Francesco Chiacchio, Flavio Giannetti, Carlo Nitsch
Titolo: Renato Caccioppoli: hanno detto di lui
Prefazione di Carlo Sbordone e Guido Trombetti
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 17); 284 pagine; alcune illustrazioni in b/n nel testo e fuori testo - edizione fuori commercio
Luogo, Editore, data: Università degli Studi di Napoli "Federico ", Accademia Pontaniana, s.d. (2009?)
ISBN: 9788878930148
Disponibilità: No

Prefazione:

Renato Caccioppoli (1904-1959) è uno dei pochissimi matematici moderni il cui nome sia noto al grande pubblico italiano. Il film "Morte di un Matematico napoletano" del regista Mario Martone del 1992 ha largamente contribuito alla conoscenza della sua vicenda e del suo spessore umano. Un documentario dedicato a Caccioppoli era stato già realizzato nel 1980 dalla regista Marussa Gravagnuolo ed era stato proiettato dalla RAI con notevole riscontro. In occasione del cinquantesimo anniversario della sua tragica scomparsa (si tolse la vita 1'8 maggio 1959), questo volume raccoglie la gran parte degli scritti brevi dedicati a lui dal 1959, che non siano rivolti a matematici di professione.


Già in passato sono state promosse iniziative presso l'Università di Napoli per ricordare Caccioppoli nei decennali dalla sua morte: nel maggio del 1969, alcuni studenti dei primi anni del corso di laurea in Matematica (tra cui noi stessi) chiesero al Preside di Facoltà, prof. Carlo Ciliberto, di invitare i docenti di matematica della Facoltà che avevano avuto legami con Caccioppoli a dire alcune parole di ricordo, prima della loro lezione dell'8 maggio di quell'anno. La nostra richiesta fu accolta da Ciliberto e diversi docenti a loro volta aderirono. Ricordiamo ancora l'emozione dei nostri professori ed anche la devozione degli allievi nei confronti del Maestro.

Nel 1979, un giornalista scientifico molto apprezzato in Italia, Giovanni Maria Pace, si interessò al personaggio Caccioppoli, con alcune interviste, in particolare una a Carlo Miranda, che fino ad allora aveva sempre rifiutato di rilasciare dichiarazioni sul suicidio di Caccioppoli, e scrisse un notevole articolo su L'Espresso. In quell'articolo Pace fece un accostamento emblematico tra il suicidio di Caccioppoli ed il caso di Ettore Majorana, professore di Fisica Teorica a Napoli, scomparso anche lui improvvisamente, ma senza lasciare traccia nel marzo 1938. I due (praticamente coetanei, perché Majorana era nato nel 1906 a Catania) si sono incontrati nel gennaio 1938 in occasione della prima lezione di Majorana all'Università di Napoli, rivolta, secondo un'antica consuetudine, ai professori colleghi della Facoltà.

Il Pace intervistò anche don Savino Coronato, l'assistente di Caccioppoli che seguì tutte le lezioni di Majorana tra metà gennaio ed il 25 marzo, giorno della scomparsa.

Nel 1989 fu organizzato a Napoli un convegno scientifico in ricordo di Caccioppoli cui parteciparono molti matematici italiani e stranieri. Nel 1999 una parte del Congresso dell'Unione Matematica Italiana che si tenne a Napoli fu dedicata al ricordo di Caccioppoli. Fu organizzato anche un incontro tra tutti i vincitori del premio Caccioppoli che era stato promosso dal fratello di Renato, il dr. Ugo Caccioppoli, e assegnato ai migliori matematici italiani. Infine, sempre a Napoli nel 2004, vennero organizzati due incontri per celebrare il centenario della nascita di Caccioppoli: uno dal Comune di Napoli, cui partecipò anche l'attuale Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed uno dal Dipartimento di Matematica e Applicazioni che è intitolato a Caccioppoli. Dagli atti di tali convegni sono stati raccolti tutti gli interventi di carattere evocativo e non puramente tecnico e sono stati inseriti nel presente volume, che contiene anche molti articoli apparsi sulla stampa nazionale negli anni dalla sua scomparsa.

Desideriamo ringraziare vivamente i giovani matematici napoletani Francesco Chiacchio, Flavia Giannetti e Carlo Nitsch che hanno svolto il difficile compito di cernita e raccolta degli articoli provvedendo, in breve tempo, alla realizzazione dell'opera. Ringraziamo anche il prof. Giuseppe Zollo per i suoi spunti ed utili suggerimenti.

Napoli 6 ottobre 2009
Carlo Sbordone e Guido Trombetti

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.