NAPOLI 1799 - Roberto De Simone

Nap1799pCuratore: Roberto De Simone
Titolo: Napoli 1799.
Tavole di Armando De Stefano; fotografia di Luciano Pedicini.
Descrizione: Volume in formato folio (cm 44 x 32); pagine 400; stampato su carta Pordenone appositamente fabbricata dalla Cartiera di Cordenons; edizione rilegata in tela con dorso in pelle e fregi in oro racchiusa in elegante cofanetto rigido; 40 tavole a colori fuori testo di Armando De Stefano; circa 130 illustrazioni a colori nel testo. Tiratura limitata di 999 esemplari numerati progressivamente a mano e XXX riservati all'editore.
Luogo, Editore, data: Sorrento (NA), Franco Di Mauro, 1999
Prezzo: Euro 980,00
Disponibilità: 2 esemplari disponibili.

 

Una pagina di storia che ha segnato il destino di un popolo e tuttora suscita passione civile e partecipazione morale.
Attraverso una disamina attenta e articolata dei vari aspetti, fenomeni, problemi riguardanti l'arte, la drammaturgia, la musica, il clero di un periodo storico così inquietante e ricco di fermenti, quest'opera illumina zone poco esplorate e dà voce a personaggi di solito in ombra.
Il testo si avvale inoltre di pregiate tavole del Maestro Armando De Stefano e circa 130 illustrazioni a colori.

Saggi contenuti nel volume:

ROBERTO DE SIMONE - Identità di una Scuola
ANNA MARIA RAO - Dalle élites al popolo: cultura e politica a Napoli nell'età dei Lumi e della Rivoluzione
EMMA GIAMMATTEI - Il 1799 tra Letteratura e Retorica
DOMENICO AMBRASI - Il clero a Napoli nel 1799 tra Rivoluzione e Reazione
NICOLA SPINOSA - Tradizione e innovazione nelle arti a Napoli alla fine del Settecento
MARINA MAYRHOFER - La drammaturgia di Giovanni Paisiello tra Illuminismo e Rivoluzione: Il Re Teodoro in Venezia (1784) e I Pittagorici (1808)
FRANCO MANCINI - MARIA RASCAGLIA Aspirazioni educative e radicate consuetudini negli spettacoli della Repubblica Napoletana
FRANCESCO MELISI - Il presagio di un valore universale. Saverio Mattei e la "Biblioteca Musica" del Conservatorio della Pietà dei Turchini
RENATA MAIONE - La Scuola Napoletana nel panorama musicale europeo all'epoca della Rivoluzione
STEFANO INNAMORATI - La musica della Rivoluzione: dai canti politici all'inno della Repubblica Napoletana.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.