SALERNO IN PARTICOLARE - A cura di Antonella Trotta, Stefania Zuliani

AAA Immagine Non Disponibile pAutore: AA.VV.
Curatore: Antonella Trotta, Stefania Zuliani
Titolo:  Salerno in particolare
Catalogo della mostra. Salerno, Soprintendenza ABAP, Palazzo Ruggi d'Aragona. 14 novembre 2016 - 28 febbraio 2017
Descrizione: Volume in brossura con risvolti, di cm 22 x 22; 111 pagine; illustrazioni a colori, molte a piena pagina
Luogo, Editore, data: Mediglia (MI), Gechi Edizioni, marzo 2017
Collana: 
ISBN: 9788894248418
Condizioni: nuovo
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilità: 1 esemplare

 


richiedi informazioni

Nel periodo 2016-2017 il Laboratorio SIGOT è stato coinvolto in un progetto di ampie dimensioni sul Centro storico di Salerno, realizzato dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale in collaborazione con il Centro ICT per i Beni Culturali di Ateneo, nell’ambito dei Progetti promossi dal Distretto ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali – DATABENC. Sulla base degli studi sviluppati dalle diverse componenti del Dipartimento, è stata realizzata l’iniziativa “Salerno in particolare. Beni culturali e innovazione” finalizzata a valorizzare il lavoro di ricerca, rendendolo fruibile per un vasto pubblico.

L’evento è stato svolto in quattro diverse sedi che hanno ospitato iniziative organizzate in una logica di rete, finalizzate a promuovere la conoscenza e la valorizzazione del Centro storico.[1]
Presso la sede della Soprintendenza, è stata allestita la Mostra “Salerno in particolare. Immagini del Centro storico”, articolata intorno ad una grande cartografia georeferenziata del Centro storico (m. 7×4) realizzata presso il Laboratorio SIGOT, su cui sono stati geolocalizzati importanti particolari urbani (pavimentazioni, portali, finestre), la cui descrizione era leggibile dagli utenti sul cellulare, tramite QRCODE.

Alla grande carta è stata affiancata una galleria fotografica dei 100 particolari selezionati, illustrati da un prezioso catalogo realizzato per l’evento e una cartografia interattiva, realizzata presso il Laboratorio SIGOT[2], consultabile su un grande schermo touch screen, che consentiva l’individuazione del ricco patrimonio monumentale del Centro storico, classificato per categorie tipologiche, illustrato da schede e da immagini fotografiche.

La Mostra proponeva una visita virtuale del Centro storico che costituiva un ideale punto di partenza per una visita reale, favorita dalla SmartApp-Salerno per dispositivi mobili, realizzata per l’occasione.

Completavano il panorama delle iniziative il video “Attraversare Salerno nel tempo. Monumenti, storia, cultura della città”, alcune installazioni multimediali che ricostruivano il passato del Centro storico e la storia del suo monumento più rappresentativo, il complesso monumentale di San Pietro a Corte, palinsesto della vita millenaria di Salerno. L’evento è stato arricchito da un ciclo di conferenze, tenute dai docenti del Dipartimento, dal titolo “La bellezza dei secoli a Salerno” e da un Concorso fotografico che ha coinvolto numerose Scuole Superiori della Città, impegnate in un Progetto di Alternanza Scuola/Lavoro organizzato dal DiSPAC (Amodio, 2017).

La Mostra, che è rimasta aperta al pubblico presso la sede della Soprintendenza fino alla fine del 2018, è stata trasferita presso l’Ateneo salernitano, istallata negli spazi prospicienti l’Aula Magna del Campus.

 


richiedi informazioni

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.