ANGELO ARCUCCIO. Pittura e miniatura a Napoli nel '400 - Mariarosaria Ruggiero

angelo arcuccio mariarosaria ruggieroAutore: Mariarosaria Ruggiero
Titolo: Angelo Arcuccio
Sottotitolo: Pittura e miniatura a Napoli nel '400
Descrizione: Volume in formato 8° (cm. 24 x 17); 116 pagine
Luogo, Editore, data: Sorrento (NA), Franco Di Mauro
ISBN: 9788897595472
Prezzo: Euro 18,00
Disponibilità: In commercio 

Il profilo artistico di Angelo Arcuccio, delineato dalla scarsa letteratura sul pittore e miniatore napoletano, si colloca nel cosiddetto quadro dello sviluppo "minore" dell'arte aragonese a Napoli.

Negli ultimi anni il suo nome, abbastanza sconosciuto, è emerso sovente negli studi sull'arte napoletana incontrando opere con un linguaggio specifico comune, anche in relazione alla miniatura. Tale linguaggio implica una matrice colantoniano-napoletana, il sentore di ricerche prospettico-spaziali, vigorose attinenze con la pittura valenzana "adottata” a Napoli negli anni di regno di Alfonso I d'Aragona e la profonda incidenza della cultura figurativa d'oltralpe su quella regnicola o per via diretta, connessa cioè alla figura di re Renato e alla committenza alfonsina, o per via indiretta, filtrata cioè attraverso le opere valenzane e catalane. Una sintesi figurativa dunque che ha radici inevitabilmente composite, data la straordinaria complessità degli eventi storici che caratterizzarono Napoli, quale capitale del regno angioino prima e capitale della Corona d'Aragona poi.

Nata ai piedi del Vesuvio, Mariarosaria Ruggiero si è laureata in Lettere Moderne presso la Federico II, dove ha conseguito la Specializzazione in Storia dell'Arte nel 1999. Dal 1996 è docente del MPI e attualmente insegna presso un istituto di istruzione superiore. I suoi interessi scientifici e i suoi contributi sono rivolti alla Storia dell'Arte meridionale e alla Tutela dei Beni Culturali.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn