L'ARTE DELLA QUADRATURA. Grandi decorazioni barocche in Puglia - Isabella Di Liddo

l_arte_della_quadraturaAutore: Isabella Di Liddo
Titolo: L'Arte della Quadratura
Sottotitolo: Grandi decorazioni barocche in Puglia
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21 x 15);  pagine;  illustrazioni a colori
Luogo, Editore, data: Fasano (BR), Schena, 2011
Collana: BDR Puglia storica
ISBN: 8882299101
Prezzo: Euro 30,00
Disponibilità: In commercio

 
Il volume è il primo in assoluto sul tema dell'illusionismo prospettico in Puglia in età barocca e si articola in tre Capitoli. Il primo, introduttivo, guarda al fenomeno decorativo in Italia, partendo giustamente dalla prospettiva tra Quattro-Cinquecento, continuando con la grande stagione della Quadratura fra Sei-Settecento, per arrivare all'indagine sul fenomeno dell'illusionismo prospettico poco studiato per l'Italia meridionale, argomento che ora si affaccia all'attenzione e alla verifica dei contenuti.
Emerge infatti, grazie al presente studio, la quantificazione del fenomeno tra Napoli e la Puglia e l'articolazione in tecniche diverse di esecuzione. Da un lato la fattura di affreschi decorativi su volte di palazzi e di chiese (600-700), dall'altro l'esecuzione di pittura ad architettura illusionista direttamente su soffitti a tavolato, che si aprono come cieli colorati ("i cieli appesi") sulle navate delle chiese tra la fine del Seicento e tutto il Settecento.
Si sottolinea nel Capitolo secondo come tale tecnica abbia avuto successo per vari motivi (facilità del materiale da trattare per ammodernamenti nelle chiese, coprendo con tali soffitti le antiche capriate, leggerezza dei manufatti sicuramente antisismici, necessari dopo le esperienze negative dei terremoti del 1688 e 1731) e viene segnalata l'evoluzione della tipologia iconografica del barocco al rococò.
Fondamentali sono anche i paragrafi sui tavolati lignei "firmati" (emergono così una serie di nomi di artisti famosi e meno famosi, di "pittori ornamentisti"), nonchè sugli "anonimi", fino a quelli sui tavolati lignei "perduti" nei restauri di ripristino al barocco.
Nel Capitolo terzo è evidenziato un fenomeno poco conosciuto, ma molto importante quale quello della "decorazione ad illusionismo prospettico diffusa" in alcuni centri pugliesi (come l'importante cittadina di mare Bisceglie o come i piccoli borghi dell'entroterra: Canneto e Montrone, l'attuale Adelfia).

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.