VASARI A NAPOLI. I dipinti della sacrestia di San Giovanni a Carbonara. Il restauro, gli studi, le indagini. - Ida Maietta

vasari_a_napoliCuratrice: Ida Maietta
Titolo: Vasari a Napoli.
Sottotitolo: I dipinti riscoperti di San Giovanni a Carbonara. Il restauro, gli studi, le indagini.
Presentazioni di Lorenza Mochi Onori, Clara Tucci, Leonardo Impegno
Testi di Pierluigi Leone de Castris, Ida Maietta, Claudio Falcucci, Erika Izzi, Claudia Maura, Bruno Tatafiore
Descrizione: Volume in 8° (cm 28 x 24); 80 pagine; illustrazioni a colori ed in b/n
Luogo, Editore, data: Pozzuoli (NA), Paparo, giugno 2010
ISBN: 9788897083108
Prezzo: Euro 20,00
Disponibilita': Si


Giorgio Vasari, illustre artista del Cinquecento, giunse a Napoli nel 1544, per eseguire affreschi e dipinti per il Refettorio - poi Sagrestia - della chiesa di Monteoliveto (oggi conosciuta anche come Sant'Anna dei Lombardi).
Il 18 settembre del 1545, quando era ancora a Napoli, gli furono poi commissionati sedici dipinti per la Sagrestia - poi Cappella dei Caracciolo di Sant'Eramo - della chiesa di San Giovanni a Carbonara. Le tavole dipinte con somma maestria formavano un ciclo dove Vasari, con la presenza anche di Cristoforo Gherardi, propone un ulteriore esempio di pittura 'moderna', secondo le più aggiornate tendenze del maturo manierismo tosco-romano, conservando integralmente il substrato di elementi riferibili agli esempi di Salviati e Perin del Vaga, rinforzandoli alla luce dei più recenti riferimenti del michelangiolismo romano.
Questo ciclo, così come le altre opere napoletane di Vasari a Monteoliveto e al Duomo, fornì stimoli particolari per lo sviluppo della pittura a Napoli e nel Meridione.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.