CINQUANTA IN ONDA. Mezzo secolo di cultura e media al Centro Rai di Napoli - Gino Frezza, Sergio Brancato

cinquanta in ondaCuratori: Gino Frezza, Sergio Brancato
Titolo: Cinquanta in onda
Sottotitolo: Mezzo secolo di cultura e media al Centro Rai di Napoli
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 24 x 16,5); 284 pagine
Luogo, Editore, data: Napoli, Liguori, ottobre 2012
Collana: Percorsi. N. 12
ISBN: 9788820745752
Disponibilità: No

Cinquanta in onda ricostruisce, nel suo contesto storico e dentro i processi della televisione italiana, il ruolo svolto in mezzo secolo dal Centro di Produzione RAI di Napoli.
Una lunga storia fatta di autori, programmi, figure produttive, tecnici, tendenze televisive (dall’epoca del monopolio al regime misto), generi della televisione (informazione, varietà, sceneggiato, tv per ragazzi, tele-teatro, collection), molti dei quali affrontati nella loro specificità, in una analisi che punta minuziosamente al dettaglio, e che getta uno sguardo volto a recuperare il grande valore socio-culturale del lavoro creativo concentrato negli studi di Napoli in un lungo periodo.
La ricostruzione storiografica, l’interpretazione dei processi produttivi e dei generi e dei prodotti televisivi si coniuga con un quadro di fenomeni culturali e cambiamenti che ritagliano un peso cruciale e vitale del Centro RAI nella più importante città
del Mezzogiorno, lo spazio decisivo costituito dalla comunicazione televisiva nel territorio della città e dentro i mille volti della sua cultura.

Gino Frezza è professore ordinario di Sociologia dei processi culturali nell’Università di Salerno.
Sergio Brancato è professore associato di Sociologia della comunicazione nell’Università di Salerno.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.