STORIE E LEGGENDE NAPOLETANE - Benedetto Croce

storie_e_leggende_napoletane_croce_laterzaAutore: Benedetto Croce
Titolo: Storie e leggende napoletane
Settima edizione
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 21,5 x 13,5); 356 pagine; illustrazioni in b/n nel testo; intonso
Luogo, Editore, data: Bari, Laterza, 1976
Collana: Scritti di storia letteraria e politica. N. XI
Disponibilità: No

Il volume comprende una serie di scritti per lo più giovanili che, pubblicati dalla fine dell'800 su periodici diversi, si riferiscono a memorie storiche, a fatti e a leggende della Napoli dal XV secolo in poi, attraverso dei ritratti di protagonisti, anche forestieri, che hanno caratterizzato nel corso dei secoli la vita della città partenopea.

Dedicato alla memoria di Bartolommeo Capasso, Storie e leggende napoletane è stato pubblicato per la prima volta nel 1919 dalla Laterza. La stessa casa editrice l'ha più volte ristampato, riveduto dall'autore, nel 1923, nel 1941 (con l'aggiunta di due saggi, quelli su Tirinella Capece e su Giulia Gonzaga) e nel 1948, fino ad arrivare alla settima edizione del 1976. 
Il volume comprende una serie di scritti per lo più giovanili che, pubblicati dalla fine dell'800 su periodici diversi, si riferiscono a memorie storiche, a fatti e a leggende della Napoli dal XV secolo in poi, attraverso dei ritratti di protagonisti, anche forestieri, che hanno caratterizzato nel corso dei secoli la vita della città partenopea.

Tali scritti sono stati, nelle diverse edizioni, più volte rifatti e ritoccati, nella convinzione, espressa dall'autore nell’Avvertenza all'opera, che «il legame sentimentale col passato prepara e aiuta l'intelligenza storica, condizione di ogni vero avanzamento civile». A tal riguardo, come ha segnalato Galasso, questi scritti emanano un'aura, un pathos «che immancabilmente colpisce il lettore», soprattutto per la loro «schietta napoletanità».
Commento tratto da Wikipedia


Indice del volume

Un angolo di Napoli – La novella di Andreuccio da Perugia – Lucrezia d'Alagno – Sentendo parlare un vecchio napoletano del Quattrocento – Tirinella Capece – Re Ferrandino – Isabella del Balzo, regina di Napoli – La chiesetta di Iacopo Sannazaro – Giulia Gonzaga e l’Alfabeto cristiano del Valdés - Passato e presente (La spiaggia e la villa di Chiaia; La casa di una poetessa; Nisida) – Leggende dei luoghi ed edifizi di Napoli (Introduzione – La leggenda di Niccolò Pesce – La leggenda della regina Giovanna – La leggenda della Giustizia esemplare – Il pozzo di Santa Sofia – Il coccodrillo di Castelnuovo – I palazzi degli spiriti – Scritte misteriose e figure popolari).

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.