L'INDOLE NATURALE DEI NAPOLETANI - Paolo Izzo

L_Indole_Naturale_dei_Napoletani_pAutore: Paolo Izzo
Titolo: L'Indole naturale de' Napoletani.
Sottotitolo: L'arte di vivere del napoletano oltre il tempo e i luoghi comuni
Descrizione: Volume in 8° (cm.15 x 21); pp. 128; numerose illustrazioni da incisioni d'epoca.
Luogo, Editore, data: Napoli, Stamperia del Valentino, ottobre 2004
Prezzo: Euro 15,00
ISBN: 88-900970-5-1
Disponibilita': In commercio

 

I classici latini ci tramandano l'immagine di un napoletano operoso, temperante, pacifico, ossequioso della legalita'.
Con il passare del tempo gli scenari cambiano: la calata dei barbari, la caduta dell'Impero Romano (Romolo augustolo fu prigioniero in Castel dell'Ovo).
Poi ancora sotto la dominazione sveva quando è lecito pensare - come suggerisce Gino Doria - che i napoletani fossero tutti 'Alti, biondi e con gli occhi azzurri'.
Con l'avvento degli spagnoli, nuovi profondi sconvolgimenti nell'indole e nell'aspetto fisico del napoletano, che assunse i connotati ed il modo d'agire che ha accompagnato la sua immagine fin sulla soglia dell'era della globalizzazione.
Gustosa e documentata passeggiata nella realta' popolare napoletana attraverso i millenni, alla scoperta di identita' che traggono linfa da sopravvissuti retaggi di quando, prima che Greci e Latini, eravamo Lucani, Sanniti, Opicii, Osci o, meglio ancora e risalendo nel mito, Pelasgi. Argomento inusuale, stimolante ed ameno, per capire chi sia e da dove sia giunto fino ad oggi il 'Tipo Napoletano'.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.