IL VENTRE DI NAPOLI - Matilde Serao

il_ventre_di_napoli_matilde_serao_imagaenariaAutore: Matilde Serao
Titolo: Il ventre di Napoli.
Descrizione: Volume in 16° (cm 16,5 x 12); 199 pagine
Luogo, Editore, data: Ischia Ponte (NA), Imagaenaria, marzo 2010
Collana: Terraferma, 10
ISBN: 9788889144916
Prezzo: Euro 11,00
Disponibilita': In commercio

Questo libro è l'acquaforte goyesca di una Napoli che nessuno prima della Serao aveva guardato con tanta intensità, di cui nessuno era riuscito a restituire la stracciona grandezza.
Qui l'inchiesta giornalistica, effettuata dopo il colera del 1884, diventa un'esplorazione antropologica in terrae incognitae e un sorprendente romanzo sociale che si addentra nelle viscere labirintesche di una citta' e del suo popolo.
Con scelta moderna, la Serao svela attraverso gli occhi della memoria un mondo vicinissimo nello spazio ma proveniente da epoche storiche lontanissime.

«Questo libro è stato scritto in tre epoche diverse. La prima parte, nel 1884, quando in un paese lon­tano mi giungeva da Napoli tut­to il senso di orrore, di terrore, di pietà, per il flagello che l’attraversava, seminando il morbo e la morte: e il dolore, l’ansia, l’affan­no che dominano, in chi scrive, ogni cura d’arte, dicano quanto dovette soffrire profondamente, allora, il mio cuore di napoletana. La seconda parte è scritta venti anni dopo, cioè solo due anni fa, e si riannoda alla prima, con un sentimento più tranquillo, ma, ahimè, più sfiduciato, più scettico che un miglior avvenire sociale e civile possa esser mai assicurato al popolo napoletano, di cui chi scrive si onora e si gloria di esser fraterna emanazione. La terza parte è di ieri, è di oggi: né io debbo chiarirla, poiché essa è come le altre: espressione di un cuore sincero, di un’anima since­ra: espressione tenera e dolente: espressione nostalgica e triste di un ideale di giustizia e di pietà, che discenda sovra il popolo napoletano e lo elevi e lo esalti!» [Matilde Serao, autunno 1905]

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.