LA SCULTURA NAPOLETANA DEL CINQUECENTO - Francesco Abbate

la_scultura_napoletana_del_cinquecento_francesco_abbateAutore: Francesco Abbate
Titolo: La scultura napoletana del Cinquecento
Sottotitolo:
Descrizione: Volume rilegato, in astuccio, in formato 8° (cm 21.5x15.5), pagine XII-285-(1), 219 illustrazioni in b|n, rilegato, sovracoperta illustrata
Luogo, Editore, data: Roma, Donzelli, 1993
Collana: Saggi Arti e Lettere
ISBN: 9788879890014 
Prezzo: Euro 90,00
Disponibilità: 1 esempalare

 


richiedi informazioni


Una produzione scultorea dotata anche di una peculiare «organizzazione del lavoro», dominata da botteghe strutturate come vaste imprese collettive e legate da rapporti di filiazione diretta: dalla bottega «lombarda» di Pietro da Milano nascerà infatti quella di Tommaso Malvito, dominatrice assoluta degli anni a cavallo tra i due secoli; e da questa la bottega del genius loci della scultura napoletana del Cinquecento, Giovanni da Nola.

Un dominio che verrà spezzato solo dal breve ma decisivo interludio di due grandi maestri spagnoli, Ordóñez e de Siloe.
Il libro indaga inoltre i profondi legami che univano la produzione artistica napoletana all'intenso dibattito religioso di quei decenni, ricostruendo i valori sociali di una committenza aristocratica che soprattutto nel sepolcro e nella scultura funeraria celebrava e ricordava ai vivi la propria potenza.

Gia Jacob Burckhardt aveva parlato, significativamente, del «ricco tesoro» rappresentato dai monumenti funerari napoletani: «una schiera marmorea di guerrieri e funzionari, come forse solo a Venezia ne esiste un'altra simile».
Una «galleria» del ceti dirigenti napoletani in grado di restituire con estrema vivezza idee e simboli, valori artistici e religiosi, stratificazioni gerarchiche e aspirazioni civili.


Indice
Premessa, p. VII
I. La colonia lombarda, 5
1. Dall'altare Miroballo al «Succorpo» di San Gennaro, 5
2. Il «Succorpo» di San Gennaro e l'attività tarda di Tommaso Malvito, 49

II. Fiorentini e spagnoli a Napoli, 67
1. Napoli tra lombardi e spagnoli, 69
2. Bartolomé Ordóñez, Diego de Siloe e il «vasto raggio» della loro bottega, 103
3. Dalla bottega di Ordóñez: Girolamo Santacroce, 149

III. Giovanni da Nola: l'egemonia di una bottega, 181
1. La fortuna critica, 183
2. Il percorso artistico, 233

Bibliografia, 259
Indice delle illustrazioni, 271
Indice del nomi, 279.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.