SETTECENTO VESUVIANO - Sergio Riccio

settecento_vesuviano_sergio_riccioAutore: Sergio Riccio
Titolo: Settecento Vesuviano
A cura di Mario Franco
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 28 x 24); 46 pagine; 31 foto in b/n.
Luogo, Editore, data: Napoli, Paparo, 2011
ISBN: 9788897083160
Prezzo: Euro 20,00
Disponibilità: In commercio

Le Ville Vesuviane, territorio di imprevedibili scoperte e luminose conferme per la storia dell’architettura, sono per Riccio occasione di sperimentare nuove ipotesi stilistiche nella sua ricerca sul linguaggio fotografico e sui “colori” del bianco e nero. “Settecento Vesuviano” si pone, da una parte, come continuazione e integrazione del lavoro sul barocco a Napoli e in Campania che Riccio va conducendo da anni, dall’altra, come sviluppo tematico e stilistico.
Le Ville Vesuviane, “paradiso in terra” per i viaggiatori stranieri dell’ epoca, realizzavano il mito illuministico dell’unità tra architettura e natura, ponendosi tutte, o quasi tutte, nella successione paradigmatica vulcano-villa-giardino-mare, allusiva dell’armonia tra gli elementi, principale condizione questa per l’armonia tra gli uomini.
Riccio indaga questa realtà, unica nel suo genere non foss’altro che per la presenza del Vesuvio come “fuoco”, con un senso di rispetto e di mistero verso le scoperte che via via vengono fuori. I particolari architettonici sono così raccontati in modo da restituire l’aura che si doveva respirare allora e, allo stesso tempo, in maniera da costituire i mattoni di una costruzione “altra”, fotografica, con una sua autonomia linguistica e una sua percezione emotiva.
Al barocco napoletano Riccio si è interessato dagli anni ottanta producendo i volumi Napoli barocca (1988) con Giancarlo Alisio e Immagini barocche di Napoli (1990) con Domenico Rea e Michele Bonuomo. E’ naturale quindi che incontrasse su questo tema Benedetto Gravagnuolo, già autore di importanti saggi su Gioffredo, Ruffo, Vaccaro e Carlo Vanvitelli. Insieme, Riccio e Gravagnuolo, propongono oggi Architettura del Settecento a Napoli. Dal barocco al classicismo (ed.Guida) e questa mostra al PAN.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.