FILOSOFIA E IDEALISMO. GIOVANNI GENTILE - Gennaro Sasso

fls_dls_pAutore: Gennaro Sasso
Titolo: Filosofia e idealismo. Giovanni Gentile.
Descrizione: Volume in 8° (cm 21 x 14,5); pp. 651.
Luogo, Editore, data: Napoli, Bibliopolis,1995
Prezzo: Euro 33,57
Disponibilità: In commercio


Interamente dedicato a Giovanni Gentile, questo secondo volume di Filosofia e idealismo ha il suo centro ideale nei due saggi dedicati a L'atto, il tempo e la morte e a La questione dell'astratto e del concreto, nei quali gli aspetti centrali dell'idealismo attuale sono ripensati con forte accentuazione critica: critica, e, proprio per questo, lontana da ogni apologia e, nello stesso tempo, da ogni atteggiamento di ideologica deprecazione.

Nel libro sono del resto affrontati molti altri temi e aspetti dell'opera di Gentile: dallo studio di Dante all'atteggiamento tenuto nei confronti del nazionalsocialismo, dalle postille da lui segnate nei margini di alcuni libri di Benedetto Croce ad altri momenti della polemica sostenuta con l'amico di un tempo.

E su ciascuno di questi argomenti l'autore, che molto si è avvalso della sua lunga frequentazione dell'Archivio della Fondazione «G. Gentile», ha detto chiaro il suo giudizio, sotteso comunque sempre dalla convinzione che il filosofo dell'atto puro visse, a partire dal 1924, una vita nel profondo tragica e che soltanto in questa dimensione si può forse arrivare a comprenderlo.
Gennaro Sasso, professore ordinario di Filosofia teoretica nell'Università di Roma, e direttore dell'lstituto italiano per gli studi storici di Napoli, è socio nazionale defl'Accademia dei Lincei. Tra le sue opere ricordiamo Niccolò Machiavelli (1958, 3° ed. in due volumi 1994), Passato e presente nella storia della ftlosofia (1967), In margine al V centenario di Machiavelli (1971), Benedetto Croce. La ricerca della dialettica (1975), La Storia d'Italia di Benedetto Croce cinquant'anni dopo (1979), Il progresso e la morte. Saggi su Lucrezio (1979), Tramonto di un mito. L'idea di progresso fra Ottocento e Novecento (1984, 2' ed. 1988), Machiavelli e gli antichi e altri saggi (1986-1988 in tre volumi), Essere e negazione (1987), Per invigilare me stesso. I Taccuini di lavoro di Benedetto Croce (1989), L'essere e le differenze. Sul Sofista di Platone (1991), La fedeltà e l'esperimento (1993).

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.