MEZZOGIORNO TRA FEUDALITA' E "CAPITALISMO" - Domenico Luciano

mezzogiorno tra feudalita capitalismo domenico lucianoAutore: Domenico Luciano
Titolo: Mezzogiorno tra feudalità e "capitalismo".
Descrizione: Volume in formato 8°; pagine 144.
Luogo, Editore, Data: Napoli, E.S.I., 1997
Collana: Cultura ed Economia. N. 5
ISBN: 8881140748
Prezzo: Euro 13,00
Disponibilità: In commercio

Nel ventennio compreso all'incirca tra il 1770 e il 1790, l'espansione della domanda esterna determina incrementi produttivi talora rilevanti in alcuni comuni ed aree del Regno di Napoli, caratterizzati da un dinamismo economico e da una mobilità sociale. La relativa produzione si avvia, infatti, a raggiungere livelli tali da poter soddisfare le richieste di un mercato sempre più ampio di quello interno per la presenza di attivi ceti sociali. L'esistenza di queste condizioni oggettive e soggettive induce a ritenere che sia legittimo l'uso del termine di «capitalismo agrario» per dominare il nuovo modo di produzione che caratterizza alcuni comuni e talune delimitate zone dell'economia meridionale, e particolarmente certi settori produttivi, nel quadro di una struttura complessivamente arretrata e dominata quasi totalmente dalla rendita parassitaria. I saggi raccolti nel volume intendono offrire un contributo alla riflessione su questo tema.

L'AUTORE
Domenico Luciano (Vibo Valentia 1940), già docente di Storia moderna presso l'Università di Cassino, autore di saggi sulla storia economica e sociale del Mezzogiorno d'Italia. Premio Sila 1975 e Premio cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, collabora alla rivista «Clio» e a «Storia e Politica».

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.