UN PATRIOTA LECCESE NELL'ALBANIA OTTOMANA - Giacinto Simini, Mirella Galletti

Un_patriota_leccese_nell_Albania_ottomanaAutore: Giacinto Simini
Titolo: Un patriota leccese nell'Albania ottomana
A cura di Mirella Galletti
Prefazione di Franco Cardini
Descrizione: Volume in 8°; 128 pagine.
Luogo, Editore, data: Lecce, Argo, 2011
Collana; Il vello d'oro
ISBN: 978-88-8234-153-4
Prezzo: Euro 12,00
Disponibilita': In commercio

 


richiedi informazioni

Tra i protagonisti dei moti del 1848, a Lecce, c’era anche Gennaro Simini, un colto medico di schiette simpatie mazziniane. Perseguitato dal regime borbonico, si rifugia dapprima a Corfù e poi a Scutari, nell’Albania ottomana, dove, grazie alle sue doti umane e professionali, si guadagna un ruolo sociale e politico di spicco. Raggiunta l’Unità d’Italia, ha l’opportunità di tornare in patria e occupare cariche di prestigio offertegli direttamente da Vittorio Emanuele II.

Preferisce invece rimanere nella sua seconda patria, che vuole libera dal dominio turco, operando una scelta che, pur comprensibile entro i canoni di una cultura politica dominata dalla romantica figura dell’Eroe dei due mondi, pone qualche interrogativo al lettore contemporaneo.

Ma forse ha ragione Franco Cardini nella sua prefazione: non è poi scorretto leggere le vicende di questo patriota salentino di metà Ottocento come un romanzo d’avventura…


 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.