UN PATRIOTA LECCESE NELL'ALBANIA OTTOMANA - Giacinto Simini, Mirella Galletti

Un_patriota_leccese_nell_Albania_ottomanaAutore: Giacinto Simini
Titolo: Un patriota leccese nell'Albania ottomana
A cura di Mirella Galletti
Prefazione di Franco Cardini
Descrizione: Volume in 8°; 128 pagine.
Luogo, Editore, data: Lecce, Argo, 2011
Collana; Il vello d'oro
ISBN: 978-88-8234-153-4
Prezzo: Euro 12,00
Disponibilita': Si

Tra i protagonisti dei moti del 1848, a Lecce, c’era anche Gennaro Simini, un colto medico di schiette simpatie mazziniane. Perseguitato dal regime borbonico, si rifugia dapprima a Corfù e poi a Scutari, nell’Albania ottomana, dove, grazie alle sue doti umane e professionali, si guadagna un ruolo sociale e politico di spicco. Raggiunta l’Unità d’Italia, ha l’opportunità di tornare in patria e occupare cariche di prestigio offertegli direttamente da Vittorio Emanuele II. Preferisce invece rimanere nella sua seconda patria, che vuole libera dal dominio turco, operando una scelta che, pur comprensibile entro i canoni di una cultura politica dominata dalla romantica figura dell’Eroe dei due mondi, pone qualche interrogativo al lettore contemporaneo.

Ma forse ha ragione Franco Cardini nella sua prefazione: non è poi scorretto leggere le vicende di questo patriota salentino di metà Ottocento come un romanzo d’avventura…

Mirella Galletti insegna “Storia dei Paesi islamici” alla Facoltà di Studi Politici della Seconda Università di Napoli.
Laureata in Scienze Politiche all’Università di Bologna con una tesi su «Struttura politica e valori culturali nella società curda» (1974), si è perfezionata a Baghdad, Il Cairo e Algeri, ha soggiornato in molti Paesi del Vicino e Medio Oriente. È assidua frequentatrice di archivi e biblioteche.
Ha tenuto dei corsi nelle università di Napoli “l’Orientale”, Milano Bicocca, Ca’ Foscari a Venezia, Bologna e Trieste. Ha svolto attività seminariale presso le Università di Erbil e di Sulaimaniya, nella Regione del Kurdistan iracheno (1994). I suoi studi, tradotti in numerose lingue, vertono su storia moderna e contemporanea del popolo curdo, Iraq, Iran, Turchia, Siria e dei cristiani d’Oriente.

Tra le sue monografie:
I curdi nella storia, Chieti, Vecchio Faggio, 1990, pp. 351.
Le relazioni tra Italia e Kurdistan, Roma, Istituto per l'Oriente C.A. Nallino, 2001, pp. 223.
Storia della Siria contemporanea. Popoli, istituzioni e cultura, Milano, Bompiani, 2006, pp. 178.
Mirella Galletti, Fuad Rahman, Kurdistan. Cucina e tradizioni del popolo curdo, Torino, Ananke, 2008, pp. 111; (trad. turca) Kürt Yemek Kültürü, Istanbul, Avesta, 2010, pp. 144.
a cura di Mirella Galletti, Medici, missionari, musicisti e militari italiani attivi in Persia, Impero Ottomano ed Egitto, Roma, Istituto per l'Oriente C.A. Nallino, 2008, pp. VIII, 184.
Le Kurdistan et ses chrétiens, Paris, Les Éditions du Cerf, 2010, pp. 400.
a cura di Mirella Galletti, «Orientalisti italiani e aspetti del mondo arabo», numero monografico di La Porta d’Oriente direttore Franco Cardini, n. 10, 2010, pp. 13-246.


Tra i saggi:
«Curdi e Kurdistan in opere italiane del XIII- XIX secolo», Oriente Moderno, LVIII, 1978, pp.563-596; (trad. araba) «at-turâth al-kurdî fî mu'allafât al-italiyyîn» (Le tradizioni curde nelle pubblicazioni italiane), Majallat al-majma‘ al-‘ilmî al-‘irâqî – al-hay’at al-kurdiyyah (Rivista dell'Accademia scientifica irachena - sezione curda), Baghdad, 1981, pp. 225-300; (trad. curda) «Il contributo italiano alla curdologia (13°-20° secolo)», Sirwe (Urmia, Iran), n. 133-134,1997, pp. 21-25 e n. 135, 1997, pp. 7-13.
«Kurdistan: A mosaic of Peoples», Acta Kurdica. The International Journal of Kurdish & Iranian Studies (Erevan, Armenia), vol. I, 1994, pp. 43-52.
«La politica italiana verso assiri e curdi (1920-1943)», Storia contemporanea, vol. XXV, n. 3, 1994, pp. 391-419,
(trad. armena) «Il ruolo della donna nella società curda secondo la letteratura europea», Irân-Nâmeh (Armenia), Vol.1 (11), 1995, pp. 18-19; (trad. curda) Shawushka, (Hewlêr), n. 2, 2001, pp. 7-10.
«Le fonti diplomatiche italiane sull'Iraq 1922-1950», Italia contemporanea, n. 212, 1998, pp. 653-672.
«Western Images of Women's Role in Kurdish Society», in: Shahrzad Mojab (Edited by), Women of a Non-State Nation: The Kurds, Costa Mesa (California), Mazda Publishers, 2001, pp. 209-225.
«Kirkuk: the Pivot of Balance in Iraq. Past and Present», Journal of Assyrian Academic Studies, vol. 19, no. 2, 2005, pp. 21-52.
«La bataille de Čālderān dans un tableau du XVIe siècle», Studia Iranica, vol. 36, fasc. 1, 2007, pp. 65-86.
«L’âne dans la culture et la société kurdes. Passé et présent», Ethnozootechnie, n. 87, 2009, pp. 95-98.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.