VEDUTE DI NAPOLI E DELLA CAMPANIA nel "Servizio dell'Oca" del museo di Capodimonte

VEDUTE DI NAPOLI E DELLA CAMPANIA nel "Servizio dell'Oca" del museo di CapodimonteAutore: AA.VV.
Curatore: Francesca Vajro
Titolo: Vedute di Napoli e della Campania nel "Servizio dell'oca" del Museo di Capodimonte
Foto di Barbara Jodice
Introduzione di Antonio Rastrelli
Descrizione: Volume con copertina rigida, di cm 35 x 25; 8 pagine non numerate; 117 tavole a colori a piena pagina; copertina sporca, con lievi aloni (vedi foto); pagine in  perfette condizioni
Luogo, Editore, data: Napoli, Fausto Fiorentino, 1995
Collana: 35x25, pp 8 nn., 117 tavv a colori a piena pag.
ISBN: 
Condizioni: ottime
Prezzo: Euro 40,00
Disponibilità: 1 esemplare

 


richiedi informazioni

Il più bello e prezioso fra i Servizi in porcellana di Capodimonte, famoso ma finora inedito nella sua coinpletezza (347 pezzi), è quello detto "dell'Oca". dal nome di un fanciullino che stringe al collo un oca, sul modello di una statua dei Musei Capitolini. Fu eseguito tra il 1792 e il 1795 a Napoli dalla Real Fabbrica Ferdinandea come Servizio di Corte per Ferdinando IV di Borbone e rappresenta il più interessante e suggestivo nucleo di porcellane delle raccolte del Museo di Capodimonte.
Nella seconda metà dell'Ottocento, molto più appropriatamente. venne anche denominato "Servizio delle vedute napolitane" con esplicito riferimento ai soggetti pittorici riprodotti sui piatti, sul vasellame da portata e sui pezzi di forma. Data l'entità delle miniature, I'insieme - oltre al significato storico dipendente dalla materia stessa nella quale venne eseguito - costituisce uno straordinario repertorio di vedute pittoresche della Napoli settecentesca, di luoghi archeologici dei suoi dintorni, nonché dei maggiori siti reali.
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.