ORI, ARGENTI, GEMME E SMALTI DELLA NAPOLI ANGIOINA. 1266-1381 - Pierluigi Leone de Castris

ori argenti gemme e smalti nella napoli angioinaCuratore: Pierluigi Leone de Castris
Titolo: Ori, argenti, gemme e smalti della Napoli angioina. 1266-1381
Catalogo di mostra. Napoli, Museo del Tesoro di San Gennaro, 12 ottobre 2014 - 31 dicembre 2014
Testi in italiano ed in inglese
Descrizione: Volume in formato 8° (cm 30 x 24); 240 pagine; 140 illustrazioni a colori
Luogo, Editore, data: Napoli, Arte'm, ottobre 2014
ISBN: 9788856904680
Disponibilità: No

Dal 1266 al 1381, a Napoli, al servizio dei sovrani angioini, giungono da tutta Italia ed Europa non solo giuristi, poeti e letterati ma, soprattutto, artisti ‘forestieri’, chiamati a far fronte alle esigenze di una corte raffinata, dai dipinti d’altare ai codici miniati, dai sepolcri in marmo alle oreficerie sacre e profane, e a farsi portavoce di un’arte di corte e per la corte.

Espressione emblematica di questa civiltà artistica straordinaria è la produzione di oggetti di lusso in metallo prezioso, in oro o in argento, decorati riccamente con smalti, perle e pietre preziose, destinati alle esigenze di culto e a quelle profane della corte e del sovrano: la prima rassegna sistematica dei manufatti più rappresentativi di questa stagione artistica cruciale, dalle imprese più celebri [come i reliquiari del busto e del sangue di san gennaro] alle testimonianze meno note ma di rilievo non minore per la memoria e l’identità culturale e civile del mezzogiorno.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.