TE VOGLIO BENE ASSAJE. Musica, parole, storie - Antonio Porpora Anastasio

te_voglio_bene_assajeAutore: Antonio Porpora Anastasio
Titolo: Te voglio bene assaje
Sottotitolo: Musica, parole, storie.
Con 12 disegni di Mario Serra
Presentazione di Francesco D'Episcopio
Descrizione: Volume in 8° (cm 27,5 x 18); 88 pagine; 12 illustrazioni in b/n.
Luogo, Editore, data: Campobasso, Filopoli, dicembre 2009
Collana: Fiocchi di cotone. N. 2
ISBN: 97888 96223079
Prezzo: Euro 25,00
Disponibilita': In commercio

 

“Te voglio bene assaje”, il bel libro di Antonio Porpora Anastasio, edito da Filopoli di Campobasso nella nuova collana Fiocchi di cotone, ricostruisce la storia di questa famosa canzone, che – come scrive nella presentazione Francesco D’Episcopo“è forse l’esempio più emblematico della singolare e sorprendente penetrazione  e diffusione di un testo poetico e musicale all’interno di un contesto sociale, particolarmente  poroso nel recepire e condividere una sensibilità passionale, legata, nel caso specifico, al rifiuto della donna corteggiata ad accettare le profferte del suo innamorato”.

Porpora Anastasio, che ha condotto una ricerca meticolosa, attingendo a tutte le fonti disponibili, è amalfitano, dal 2002 residente a Oratino, in Abruzzo. Pianista di successo, alterna il suo impegno di musicista (ha tenuto concerti in Italia, Francia, Belgio, Spagna, Austria, Svezia, Danimarca, Australia e Argentina, svolgendo, parallelamente, un’intensa attività teatrale in qualità di maestro sostituto, maestro concertatore, direttore, arrangiatore e compositore, oltre che direttore artistico di rassegne di musica classica e tradizionale) a quello di saggista.

Insomma, conclude D’Episcopo, “Napoli si riconobbe in quell’inno appassionato all’amore rivelato, ma non corrisposto, forse persino tradito […] Una città si identificava ancora una volta con la poesia, più che scritta, vissuta e trasmessa oralmente a una comunità, pronta a incantarsi e a sognare sempre in nome dell’amore, delle sue corrispondenze ma anche dei suoi capricci e dispetti”.  

Sigismondo Nastri

estratto dal blog MondoSigi

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.