DI GIACOMO E LA CANZONE. Un mestiere d'arte

di_giacomo_e_la_canzoneTitolo: Di Giacomo e la canzone
Sottotitolo: Un mestiere d'arte. 150 anni senza dimenticare
Catalogo della mostra tenutasi a Napoli, presso il Teatro Trianon Viviani fino al 2 ottobre 2010
Descrizione: Volume in 8° (cm 21 x 15); 208  pagine.
Luogo, Editore, data: Napoli, Gennarelli Bideri, settembre 2010
ISBN: 97888 90397622
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilita': In commercio

Il 12 marzo 1860 a Napoli, nel quartiere Mercato nasceva Salvatore di Giacomo, il poeta della canzone napoletana, ma anche tout court uno dei più grandi poeti italiani del suo tempo. I 150 dalla sua nascita sono passati, a Napoli e in Italia, in sordina, almeno sino adesso, visto che la Fondazione Bideri ha colmato una lacuna gravissima realizzando "Di Giacomo e la canzone. Un mestiere d'arte", una mostra allestita al teatro Trianon Viviani tenutasi fino al 2 ottobre 2010. La mostra celebrava l'autore dei versi di «Catarì», «Marechiare», «'E spingole frangese», «Palomma 'e notte» e del capolavoro assoluto «Era de maggio».
Pubblicazione realizzata in occasione dell'omonima mostra allestita dalla Fondazione Bideri per celebrare i 150 anni della morte del più grande poeta napoletana. Il libro raccoglie i testi di 92 canzoni accompagnati da fotografie e documenti autografi e da scritti di Gianni Cesarini, Pietro Gargano, Eduardo De Filippo e Salvatore Palomba


Il visitatore entrava nella vita e nell'opera del padre nobile della canzone napoletana che - come scrive Benedetto Croce - «si eleva per virtù del suo ingegno a opera originalissima di poesia». Insieme alle tantissime liriche di di Giacomo, erano esposti documenti originali, piccole pagine di storia patria, autografi emozionanti, fotografie mai viste, disegni, appunti, cliché, memorabilia, quadri, dischi... Schegge di dna culturale collettivo, o che tale dovrebbe essere per fare del passato un passaporto per il futuro, per fare di cantaNapoli un volano culturale, economico e turistico, e non solo un trito amarcord per passatisti di mestiere.  Impegnata in un lavoro di recupero, restauro, digitalizzazione del patrimonio di cantaNapoli, la Fondazione Bideri continua un impegno che viene da lontano per andare ancora più lontano. Il catalogo, edito dalla Gennarelli Bideri, completa questo viaggio monografico con una raccolta di oltre novanta testi delle canzoni griffate di Giacomo, avvalendosi, oltre agli interventi istituzionali, di preziosi saggi degli storici Pietro Gargano e Salvatore Palomba, e del ricordo che aveva di lui il grande Eduardo.

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.