TERRONI - Pino Aprile

terroni_pino_aprile_pAutore: Pino Aprile
Titolo: Terroni
Sottotitolo: Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero meridionali
Descrizione: Edizione rilegata, in formato 8° (cm 22 x 13); 305 pagine.
Luogo, Editore, data: Milano, Piemme, 2010
ISBN: 9788856612738
Disponibilita': No

 

Fratelli d'Italia' ma sara' poi vero? Perché, nel momento in cui ci si prepara a festeggiare i centocinquant'anni dall'unita' d'Italia, il conflitto tra Nord e Sud, fomentato da forze politiche che lo utilizzano spesso come una leva per catturare voti, pare aver superato il livello di guardia. Pino Aprile, pugliese doc, interviene con grande verve polemica in un dibattito dai toni sempre piu' accesi, per fare il punto su una situazione che si trascina da anni, ma che di recente sembra essersi radicata in uno scontro di difficile composizione.
Percorrendo la storia di quella che per alcuni è conquista, per altri liberazione, l'autore porta alla luce una serie di fatti che, nella retorica dell'unificazione, sono stati volutamente rimossi e che aprono una nuova, interessante, a volte sconvolgente finestra nella facciata del trionfalismo nazionalistico.

Terroni è un libro sul Sud e per il Sud, la cui conclusione è che, se centocinquant'anni non sono stati sufficienti a risolvere il problema, vuol dire che non si è voluto risolverlo. come dice l'autore, le due Germanie, pur divise da una diversa visione del futuro, dalla guerra Fredda e da un muro, in vent'anni sono tornate una. Perché da noi non è successo?

Pino Aprile, Giornalista e scrittore, pugliese, residente ai Castelli Romani, anni di lavoro a Milano. È stato vicedirettore di Oggie direttore di Gente; per la Tv ha lavorato con Sergio Zavoli all'inchiesta a puntate "Viaggio nel Sud" e al settimanale di approfondimento del Tgl, Tv7. Per Piemme ha scritto Il trionfo dell'Apparenza, sul deludente esordio del terzo millennio, Elogio dell'imbecille, Elogio dell'errore, accolti con successo e tradotti in molti paesi, adottati in alcuni corsi universitari di management. In Spagna, Elogio dell'imbecille è stato a lungo in testa alle classifiche. Dopo le dimissioni da Gente, si è dedicato alla sua "malattia", la vela (ha anche diretto il mensile Fare Vela e scritto libri di mare e vela per Magenes, Il mare minore, A mari estremi, e per Electa - Mondadori, Mare, uomini, passioni).
E non intende smettere...

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.