IL MUSEO ARCHEOLOGICO DEI CAMPI FLEGREI NEL CASTELLO DI BAIA - Paola Miniero

Il_Museo_Archeologico_dei_Campi_Flegrei_pAutore: Paola Miniero (curatore)
Titolo: Il Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel castello di Baia.
Testi di: Stefano De Caro, Paola Miniero, Enrico Guglielmi, Carlo Gasparri, Fausto Zevi, Patrizio Pensabene, Stefania Adamo Muscettola, Paolo Caputo.
Descrizione: Volume in 8° (cm 24 x 16); pp. 109; ampio corredo iconografico a colori
Luogo, Editore, data: Napoli, Electa Napoli, 2000
Numero di edizione: Prima
Disponibilita': No

 

Per la sua posizione amena, l'area di Baia fu individuata come luogo ideale per gli otia dell'aristocrazia romana e degli imperatori, che vi costruirono ville sontuose.

Non è un caso, dunque, che il Castello aragonese di Baia, prima sede del Museo Archeologico dei Campi Flegrei, esponga documenti eccezionali da Baia, Miseno, Bacoli: l'imponente Sacello degli Augustali di Miseno, ricostruito con la sua decorazione architettonica e scultorea; il complesso delle sculture del Ninfeo di Punta Epitaffio, ritrovato nel corso di uno scavo subacqueo.



E ancora, un unicum: raccolta dei "gessi di Baia", centinaia di frammenti di calchi tratti direttamente dalle piu' celebri sculture greche dell'eta' classica, e adoperati, tra I e II secolo d.C., come modelli per l'esecuzione di copie marmoree destinate decorare ville e edifici pubblici.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.