CUMA E IL SUO PARCO ARCHEOLOGICO

CumapAutori: Caputo Paolo, Morichi Ruggero, Paone Rosario, Rispoli Paola.
Titolo: Cuma e il suo parco archeologico.
Sottotitolo: Un territorio e le sue testimonianze.
Presentazione di Stefano De Caro.
Nuova edizione
Descrizione: Volume in 8° (cm 24 x 13,5); pp. 223; 180 illustrazioni in b/n +32 pagine con illustrazioni a colori
Luogo, Editore, data: Roma, Scienze e Lettere, 2010
Prezzo: Euro 25,00
Disponibilita': In commercio

Questo lavoro è il primo del suo genere dedicato interamente a Cuma e al suo antico territorio, sia dal punto di vista storico-archeologico che paesistico-ambientale. Scopo di questo volume non è solo quello di accompagnare il visitatore lungo un itinerario di indiscusso interesse culturale, quale è l'area occupata oggi dal territorio dell'antica Cuma, ma di aiutarlo a meglio ritrovare un filo di lettura, quello della storia, restituendo un significato piu' profondo ai resti monumentali, altrimenti muti, che si parano davanti ai suoi occhi. Per tali motivi gli autori, da anni qui impegnati nella ricerca scientifica e in attivita' professionali, hanno voluto dare a questo testo un taglio monografico. Si è aggiunta, quindi, una sezione relativa ai reperti archeologico provenienti da Cuma, oggi custoditi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, allo scopo di rendere piu' documentata la visita al sito integrandola con quella al Museo. I testi sono ampiamente illustrati da immagini e fotografie di luoghi e materiali. Disegni e rilievi, per la maggior parte inediti, sono opera degli stessi autori.

NOTIZIE UTILI
Orario: Il Parco Archeologico di Cuma (Pozzuoli, localita' Cuma, via dell'Acropoli, n.3, tel. 081-8543060) è aperto tutti i giorni dalle 9.00 ad un ora prima del tramonto, secondo l'orario ministeriale in vigore.
Ingresso: Il prezzo d'ingresso per il pubblico è di Euro 2,50. E' gratuito invece per i visitatori al di sotto dei 18 e al di sopra dei 60 anni.
Trasporti: Da Napoli Mantesanto: ferrovia Cumana, linea Napoli-Torregaveta, fermata Fusaro; quindi autobus Sepsa Miseno-Cuma (fermata su Via Virgilio). Da Napoli Piazza Garibaldi: autobus Sepsa linea Napoli Torregavela (Via Fusaro); quindi autobus Sepsa Miseno-Cuma (fermata su Via Virgilio). Da Napoli in auto. Tangenziale uscita Cuma (n. 13), quindi seguire indicazioni per Cuma.
Fotografie e riprese filmate. Sono consentite senza cavalletto e senza uso di lampade o flash. Altri permessi vanno richiesti per iscritto alla Soprintendenza Archeologica delle Province di Napoli e Caserta.

Paolo Caputo - archeologo -, Ruggero Morichi, Rosario Paone e Paola Rispoli - architetti -, hanno iniziato ad operare, come gruppo di lavoro, dal 1991 nell'ambito dei progetto "itinerari Turistici", realizzando un percorso archeologico-ambientale caratterizzato da pannelli didattici all'intemo del Parco Archeologico di Cuma. Tutti lavorano comunque, fin dai primi anni '70, in quest'ambito territoriale, occupandosi, singolarmente o in gruppo, dei monumenti in esso presenti attraverso ricerche archeologiche, documentazione grafica, restauro, tutela e valorizzazione. I testi sono stati redatti per la maggior parte da P. Caputo, ad eccezione di quelli siglati dagli altri autori. Paola Rispoli si è occupata anche del coordinamento generale e, in collaborazione con Ruggero Morichi, della scelta della documentazione iconografica. Annamaria Calabrese ha redatto tutti i testi di carattere geologico-ambientale e naturalistico. Laureata in Biologia, ha fra l'altro diretto il Settore di Educazione Ambientale dei W.W.F., Sezione Campania.

 

PAOLO CAPUTO è direttore archeologo della Soprintendenza Archeologica delle Provv. di Napoli e Caserta. Si è occupato di Didattica dei Beni Archeologici ed ha operato gia' da diversi anni nei Campi Flegrei come responsabile di diverse aree archeologiche. Oltre alle attivita' istituzionali di ricerca, tutela e valorizzazione, si interessa particolarmente di Archeologia Subacquea e di Geo-archeologia. Dal 1991 è responsabile dell'area archeologica di Cuma.

RUGGERO MORICHI insegna "Tecniche di Rappresentazione dell'Architettura" presso la Fac. di Architettura dell'Univ. di Napoli "Federico II".

ROSARIO PAONE insegna "Restauro" presso la Fac. di Architettura deli"Univ. di Napoli "Federico II". Ambedue ricercatori universitari, lavorano congiuntamente dal 1971 nel campo della documentazione, ricerca e conservazione in campo monumentale ed archeologico sia in Italia (BAIA, LOCRI, S.M. CAPUA VETERE, CUMA etc.) che in IRAN, TUNISIA, YEMEN, anche per conto di Soprintendenze ed Istituti come il Centro Studi Magna Graecia, l'is. per il Medio ed Estremo Oriente (is.M.E.O.), l'is. Archeologico Germanico (D.A.I.), etc. Hanno partecipato a numerosi convegni e pubblicato singolarmente o congiuntamente diverse ricerche.

PAOLA RISPOLI è libera professionista nell'area dei rilievo,e della ricerca archeologica. Dopo diverse esperienze (come il rilievo e sistemazione dei Complesso Monastico dei SS. Apostoli, etc.), alcune maturate anche alle dipendenze della Sopr. Arch. delle Provv. di NA e CE, dal 1982 lavora con R. Morichi e R. Paone ed insieme hanno portato a termine importanti lavori come la nuova Carta Archeologica di Pompei, pubblicata dal R.I.C.A. (Research in Campanian Archaeology). Molti dei rilievi eseguiti, anche singolarmente, formano il supporto grafico di diverse pubblicazioni specialistiche.

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.