Massimo Della Valle

Massimo Della Valle, bresciano, si laurea in Astronomia a Padova e completa gli studi presso l’Osservatorio di Byurakan, ex URSS. Studia le esplosioni stellari, come le supernove e i lampi gamma, che utilizza per misurare le dimensioni dell’universo. Lavora all’ESO (European Southern Observatory) in Cile e a Monaco di Baviera e successivamente al dipartimento di Astronomia dell’Università di Padova e all’Osservatorio Astrofisico di Arcetri, a Firenze. Dal 2010 è direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte (Istituto Nazionale di Astrofisica).
  • CHE IL DIAVOLO BENEDICA I PULCINELLA! - Mauro Gargano, Emilia Olostro Cirella, Massimo Della Valle, Franz Xaver von Zach

    CHE IL DIAVOLO BENEDICA I PULCINELLA! - Franz Xaver von ZachAutore: Aa. Vv.
    Titolo: Che il diavolo benedica i Pulcinella
    Sottotitolo: Cronache napoletane, scientifiche e non, dell’astronomo von Zach
    A cura di Mauro Gargano, Emilia Olostro Cirella, Massimo Della Valle
    Con tavole di Christian Leperino
    Descrizione: Volume in formato 8° oblungo (cm 21 x 30); 334 pagine.
    Luogo, Editore, data: Napoli, Tullio Pironti, 2016
    Collana: 
    ISBN: 978-88-7937-702-7 9788879377027
    Prezzo: Euro 20,00
    Disponibilità: In commercio

     


    richiedi informazioni

    In questo libro si raccontano le avventure napoletane del barone Franz Xaver von Zach, astronomo tra i più famosi del suo tempo.
    Ungherese di nascita, ma cittadino europeo, si innamora di Napoli, «città dove si mangia bene, dove si beve meglio e dove si ride molto», e soggiorna per alcuni mesi del 1815 prima a Capodimonte e poi a Mergellina, dove «la vista è una delle più belle d’Europa».

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.