77. Ritmo e Magia nella tradizione musicale napoletana - Neapolis Ensemble

77Titolo: 77
Ritmo e Magia nella tradizione musicale napoletana
Autore/i: Vari
Esecuzione: Neapolis Ensemble
Luogo e Data di Registrazione: 15-31 marzo 2010, Studio Scere Aram (Scafati)
Produzione: Aeon
Anno di produzione: 2010
Prezzo: Euro 22,00
Disponibilita': Si

 

Ogni progetto discografico del Neapolis Ensemble ha un tema ben preciso: per questo progetto abbiamo scelto di lavorare sulla figura della donna nella tradizione musicale e popolare napoletana.
Trattare questo argomento voleva dire aprirsi su un mondo ben più vasto, in cui più elementi si allacciano alla figura femminile: il ritmo e la magia, prima di tutto, e poi la forza, la passione, la scoperta di una società - quella napoletana - che, contrariamente ai luoghi comuni, è tutto tranne che maschilista. Infatti, a ben guardare, a Napoli fondamentalmente è la donna che detta la legge, che rappresenta l’equilibrio e l’avanzamento della nostra società. Società, in fondo, puramente matriarcale. Ma, senza voler approfondire gli aspetti sociali e antropologici, abbiamo concentrato la nostra attenzione sull’aspetto puramente artistico.


La forte presenza in questo repertorio della percussione e del ritmo, ci ha portati a confrontarci con un altro aspetto molto importante della nostra (e dell’Italia meridionale in generale) tradizione musicale, quello della magia e, in particolar modo, quello della cabala. Tutti sanno che a Napoli la cabala ha un ruolo fondamentale nel gioco del lotto: ad ogni numero, secondo la cabala napoletana, corrisponde un sogno, un fatto di cronaca, una figura umana o animale, un argomento. Il numero 77 corrisponde alle figure dei diavoli.
Nella nostra tradizione musicale (e nella nostra cultura), e dunque nei brani che abbiamo scelto, la donna è spesso legata con un filo rosso a tutti gli elementi quali la magia, il ritmo, i riti pagani, il diavolo. È bene tenere in mente, per un ascolto ottimale di questi brani, i binomi seguenti: donna - ritmo, donna - paganesimo, donna - magia, donna - diavolo. È ugualmente utile sapere che non sempre nella nostra tradizione il diavolo è rappresentato come una figura negativa. Anzi, spesso esso è sinonimo di forza, tenacia, pazienza, insomma di tutte quelle qualità di cui la donna dispone. Altre volte, invece, si assiste ad un dualismo molto forte fra la donna e il diavolo.
Ciro Costabile, dalle note di copertina



 

Elenco dei brani:
- Tempo mancante (N. Areni)
- Jesce Carnevale (E. Bennato)
- 'O diavolo s'arrecreia (C. D'Angiò)
- La leggenda del lupino (Anon. / R. De Simone)
- Parzonarella mia (Trad.)
- Nanninella (P. Daniele)
- Ricciulina (Trad.)
- Donna Cuncetta (P. Daniele)
- Ballo cantato (E. Bennato)
- Canzone per Juzzella (E. Bennato / C. D'Angiò)
- Cicerenella (Trad.)
- Secondo coro delle lavandaie (R. De Simone)
- 11 mesi e 29 giorni (Trad.)
Tempo totale: 50'38

I Musicisti:
Maria Marone (voce), Edoardo Puccini (chitarra), Salvatore Della Vecchia (mandola), Marco Messina (flauto), Wally Pituello (violoncello), Raffaele Filaci (percussioni), Neapolis Ensemble

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.