ARDO E' VER. Cantate e sonate con il flauto - Alessandro Scarlatti. Ensemble Barocco di Napoli

ardo_e_ver_alessandro_scarlattiTitolo: Ardo è ver
Sottotitolo: Cantate e sonate con il flauto
Autore/i: Alessandro Scarlatti
Esecutore/i: Ensemble Barocco di Napoli, Tommaso Rossi (flauto dolce), Stefania Varriale (soprano)
Produzione: Stradivarius
Anno di produzione: 2012
Prezzo: Euro 15,00
Disponibilità: In commercio

Il palermitano Alessandro Scarlatti (1660-1725), noto per essere uno dei principali artefici della nascita della Scuola Napoletana, è ancora oggi ricordato molto di più come illustre docente, che come musicista, nonostante la sua vasta ed interessante produzione.
Un esempio della qualità e della bellezza della musica scarlattiana si può apprezzare nel recente cd inciso dalla Stradivarius, dal titolo “Ardo è ver”, che raccoglie due Sonate per flauto e basso continuo (in sol maggiore e in fa maggiore) e cinque Cantate, due per soprano, flauto e basso continuo (Ardo è ver per te d’amore e Clori mia, Clori bella) e tre per soprano, due flauti e basso continuo (Mentre Clori la bella, Filli tu sai s’io t’amo, e Augellin, vago e canoro).


Si tratta di un repertorio, collocato fra la fine del Seicento e i primi anni del Settecento che, ad eccezione di “Ardo è ver” (il cui manoscritto si trova nella biblioteca del Conservatorio di Napoli), proviene dalla collezione dell’abate Fortunato Santini, attualmente conservata nella Diözesanbibliothek di Münster in Germania e portata alla luce solo all’inizio del XX secolo, grazie alle ricerche del musicologo britannico Edward Dent.
Considerando l’origine romana della raccolta Santini, gli argomenti delle cantate, nonché la presenza del flauto dolce, simbolo delle tematiche pastorali, è presumibile che i committenti vadano ricercati negli ambienti arcadici.
Dal punto di vista musicale, le sonate si caratterizzano per essere costituite da movimenti brevissimi, che richiamano le danze dell’epoca, per cui risultano maggiormente affini alla suite francese.
Relativamente alle cantate, Scarlatti, pur anticipando situazioni e ritmi che avrebbero fatto la fortuna di altri illustri compositori attivi a Napoli, si rivela poco propenso alla spettacolarità fine a sé stessa, ma nel contempo non risparmia notevoli difficoltà all’interprete vocale.
Non ci si deve quindi meravigliare se, ad un certo momento, la musica di Scarlatti, ancora vivente l’autore, conobbe un inesorabile declino, in quanto finì per scontentare sia i cantanti, impossibilitati ad ostentare il loro virtuosismo, sia il pubblico, allora come oggi alla ricerca del fenomeno di turno da osannare.
Per quanto riguarda gli esecutori, il cd è affidato al soprano Valentina Varriale e all’Ensemble Barocco di Napoli, formato dai flautisti Tommaso Rossi e Raffaele Di Donna, dal violoncellista Marco Vitali (fondatori della compagine nel 2010, in occasione del 350° anniversario della nascita di Alessandro Scarlatti), da Ugo Di Giovanni (arciliuto) e da Patrizia Varone (clavicembalo).
Siamo di fronte ad artisti che hanno alle spalle una lunga e significativa esperienza in ambito barocco, la cui straordinaria bravura è testimoniata da un perfetto affiatamento dell’insieme, che esalta l’apporto solistico di Tommaso Rossi, flautista di assoluto valore, e di Valentina Varriale, dotata di una voce splendida, piena di sfumature e contraddistinta da una dizione molto chiara, tutte qualità per le quali è attualmente considerata fra le interpreti di maggior prestigio del repertorio settecentesco.
Va segnalato, infine, l’esauriente e ben curato libretto di accompagnamento, redatto da Tommaso Rossi, a completamento di un cd di grande raffinatezza, che si è avvalso anche del contributo dell’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli, giusto riconoscimento nei confronti di un autore la cui produzione musicale merita sicuramente ulteriori approfondimenti.
Recensione tratta dal sito web http://criticaclassica.wordpress.com


Esemble Barocco di Napoli:
Raffaele Di Donna (flauto dolce)
Ugo di Giovanni (arciliuto)
Marco Vitali (violoncello)
Patrizia Varone (clavicembalo)

 

Elenco dei brani:
Sonata per flauto e bc in SOL
Mentre clori la bella
Ardo è ver per te d'amore
Sonata per flauto e bc in FA
Filli tu sai s'io t'amo
Clori mia clori bella
Augellin vago e canoro

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.