IL SETTECENTO NAPOLETANO. Il sentimento del tempo - Accordone

Il_Settecento_Napoletano_pTitolo: Il settecento napoletano.
Il sentimento del tempo.
Autore/i: Vari
Esecutore/i: Marco Beasley, Guido Morini, Accordone
Musiche originali e arrangiamenti di Guido Morini
Libretto di 52 pagine
Testi di Giulia Anna Romana Veneziano in inglese, francese, tedesco e italiano.
Registrato dal 26 al 29 marzo al Tibor Varga Foundation Studio (Sion ? Svizzera)
Produzione: Cypres
Anno di produzione: 2007
Prezzo: Euro
Disponibilità: No 

Le musiche che hanno scandito la storia di una città che della cultura ha fatto la propria bandiera. Il barocco napoletano è qui rappresentato nella sua essenza fatta di eleganza ed ironia; momenti di puro teatro musicale non privi di una leggera follia, caratteristica secolare di un popolo visionario.

 

Elenco dei brani:
Giuseppe Porsile (1680 - 1750) - Cantata sopra l'arcicalascione
Giulio Cesare Rubino (sec. XVIII) - Lena
Alfonso M. dei Liguori (1696-1787) - Quanno nascette Ninno a Bettlemme
Nicola Matteis (1650-1720) - Sonata (Adagio - Eco)
Nicola Matteis (1650-1720) - Corrente alla maniera Francese
Nicola Matteis (1650-1720) - Gigg (prestissimo)
Nicola Matteis (1650-1720) - Diverse bizzarrie su Sarabanda ò Ciaccona
Alessandro Scarlatti(1670 - 1725) - Ammore, brutto figlio de pottana
Angelo Ragazzi (1680 - 1750) - Sonata I a tre violini e continuo
Guido Morini (1959) - L' Arfeo annammurato

 


I Musicisti:
Marco Beasley tenore
Guido Morini clavicembalo
Enrico Gatti violino
Rossella Croce violino
Claudia Combs violino
Judith M. Becker violoncello
Stefano Rocco chitarra e arciliuto
Franco Pavan tiorba

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.