MUSICHE E CANTI POPOLARI DEL SALENTO. Volume 3 - Brizio Montinaro

Musiche_e_Canti_Popolari_del_Salento_pTitolo: Musiche e canti popolari del Salento. vol. 3
Autore/i: Vari
a cura di Brizio Montinaro
Libretto bilingue (italiano/ inglese) di pagg. 96, formato cm 14,5 X 12,5 - con fotografie
Produzione: Aramirè
Anno di produzione: 2005
Disponibilità: No

Musiche e canti popolari del Salento vol. 3, segue la pubblicazione dei primi due volumi, pubblicati da Aramirè in cofanetto con CD doppio nel 2002 come ristampa dei vinili usciti per l’Editoriale Sciascia di Milano nel 1977 e 1978.


Brizio Montinaro, curatore dell’opera, ricercatore, scrittore e attore, mette a disposizione dei fruitori una serie di tracce audio e degli interessantissimi spunti di riflessione, nelle note introduttive ai brani, sulle modalità di svolgimento della sua ricerca durante gli anni ’70, in un Salento molto diverso da oggi, e indica un possibile percorso di avvicinamento alla musica tradizionale salentina al di fuori degli schemi più commerciali tanto in voga oggi.

Nessuna moda della “pizzica”, testimonianze audio e fotografiche su situazioni tradizionali come ad esempio la festa di San Rocco a Torre Paduli o il pellegrinaggio delle tarantate a Galatina, canti religiosi, canti funebri, serenate… Uno spunto riflessivo interessantissimo sulla possibilità della musica tradizionale ad evolversi in Nuova Canzone Popolare. Tutto ciò alla fine degli anni ’70 al più tardi.

Si segnalano, in particolare, alcuni brani.

Due tracce audio (n. 4 e 5) nelle quali si coglie appieno la sofferenza delle tarantate, rendendo chiaro, come se ce ne fosse ulteriore bisogno, di quanto siano fuori luogo i discorsi sulla trance estatica che si ascoltano oggi.

Inoltre il paesaggio sonoro della festa di San Rocco a Torre Paduli (traccia n. 3), quando ancora tale ricorrenza era un pellegrinaggio votivo al Santo, prima di trasformarsi in una specie di rave party.

Ancora un brano eccezionale (traccia n. 13) a testimonianza della vitalità della cultura popolare, capace di ironizzare se stessa, spaziando dal canto funebre allo stornello.

Infine il brano conclusivo che ci propone un inedito della voce magnifica di Teta Petrachi, detta la Simpatichina.

 

Elenco dei brani:
01 Ponimmèni ìstiche e Mana - 4'47"
02 Tragedia della Madonna di Roca (canto finale) - 4'56"
03 San Rocco a Torrepaduli - 3'39"
04 San Paolo a Galatina (a) - 5'35"
05 San Paolo a Galatina (b) - 5'11"
06 Iou su' rrivatu a 'sti lochi presenti - 1'39"
07 Su' vvinùtu luntanu luntanu - 2'23"
08 Ieu su' vvinùtu ca ci su' mmandatu - 2'04"
09 Oh che tormentu - 1'30"
10 Beddha ca ieu pe' ttie - 1'47"
11 Il sogno del contadino grico - 1'27"
12 Blasoni popolari della Grecìa - 2'23"
13 Morolòi, Stornelli, Volìa mme nzuru - 5'40"
14 Pessimismo o realtà? (Toma, Campa) - 3'13"
15 Sule e amore (Campa, Frisullo) - 4'30"
16 T'aggiu amata comu nna rosa - 3'33"

 


richiedi informazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.