LE TARANTELLE DEL GARGANO - Pino De Vittorio

le_tarantelle_del_garganoTitolo: Le tarantelle del Gargano.
Interprete/i: Pino De Vittorio
Autore/i: G. De Vittorio, P. Raffone, F. D'Eliso e Altri
Prodotto da Ciro Costabile
Contiene Testi originali, notice en francais, english liner note
Produzione: l'empreinte digitale
Anno di produzione: 1997
Euro 12,00
Disponibilità: Limitata


Non è facile, anzi è quasi impossibile, dare una connotazione precisa a quest'artista: Pino ha esplorato il repertorio popolare, quello barocco, il musical americano e anche quello della musica tedesca. Ha fatto teatro, cinema, televisione, la radio... Trasformista e beffardo, trasgressivo e tenero, Pino De Vittorio è considerato "il canzoniere più colto del momento".
I suoi debutti risalgono al 1975, quando fonda a Firenze, insieme ad Angelo Savelli, la compagnia di teatro e musica Pupi e Fresedde. Il lavoro di questa compagnia era incentrato soprattutto sulla riproposta delle tradizioni popolari delle Puglie e di ogni forma artistica sorta intorno al fenomeno del tarantismo.

Nel 1978 ha la grande occasione di mettersi in evidenza presso le grandi scene prestigiose internazionali, quando entra a far parte della compagnia di Roberto De Simone per tenere il ruolo principale nel Mistero Napolitano. A partire da questo momento, diventa il protagonista di tutte le produzioni di De Simone, per le quali girerà in numerosi paesi. Questa esperienza gli permette di affinare le tecniche vocali e di attore che, grazie al suo talento innato ha già potuto mettere in valore ai tempi di Pupi e Fresedde, ora sono diventati gli elementi tipici e unici del personaggio-De Vittorio.

Durante questa preziosa collaborazione con De Simone, Pino approfondisce le sue conoscenze circa il repertorio rinascimentale e barocco partecipando all'attività di gruppi interessanti come Media Aetas e Cappella della Pietà dei Turchini, dei quali ben presto diventerà il solista imprimendo la sua 'immagine di marca'.

Qualsiasi genere di musica abbia affrontato, Pino De Vittorio ha sempre dimostrato di possedere, sia come cantante che come attore, una grande capacità di comunicare con il pubblico, di pungerlo proprio come una tarantola della sua terra e di stimolarlo.

Dopo anni di studio e sperimentazione - ma anche di grandi successi in numerosi paesi - il cantante-attore ritorna alle sue radici, quelle della musica tradizionale pugliese. E con questo spettacolo di tarantelle ha deciso ancora una volta di sorprendere il pubblico e di tenersi sempre a distanza da un'immagine di artista 'inquadrato'

Elenco dei brani:
Sona a battenti - (G. De Vittorio)
Li funtanelle - (tradiz. pugliese)
Pizzica taranta - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Alla Carpinese - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Stu pettu è fatto... - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Vogghia l'amuri - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Stomy e Milo - (Tradiz. macedone)
Matajola - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Pizzicarella mia - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Attaccati li tricci - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Soj ciardine - (tradiz. pugliese)
Processione sarda - (tradiz. sarda)
Ballo di San Michele - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)
Lamentu d'amuri - (G. De Vittorio/ P. Raffone/ F. D'Eliso)

 


richiedi infoformazioni

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.