COME SI RIDE A NAPOLI . Antologia della Macchietta - Carlo Missaglia, Vittorio Marsiglia

come_si_ride_a_napoliAutore: Carlo Missaglia, Vittorio Marsiglia
Titolo: Come si ride a Napoli.
Sottotitolo: Antologia della Macchietta
Libro + DVD
Presentazione di Renzo Arbore
Descrizione: Edizione in formato 8° (cm ); 208 pagine; illustrazioni
Luogo, Editore, data: Milano, Baldini Castoldi Dalai
Collana: Le Boe
ISBN: 9788870637632
Disponibilità: No

 

Il mondo ha riscoperto da tempo la canzone napoletana classica. Penso che adesso tocchi alla Macchietta e alla tradizione della canzone umoristica napoletana venir fuori e raccogliere cio' che merita. Qualcuno può pensare che Si parli di generi minori. Sbaglierebbe. La Macchietta contiene tutti gli ingredienti del miglior umorismo e poi affianca in maniera decorosissima la canzone napoletana. Questa antologia raccoglie, per la prima volta, proprio storia e testi della canzone umoristica e della Macchietta. Quelle delle origini, e dunque del passato, e quelle che via via ci hanno condotto fino al presente.



Il repertorio è stato rilanciato da Vittorio Marsiglia, l'interprete e l'autore oggi piu' importante e significativo, e anche il piu' popolare, di quest'arte di far ridere attraverso la canzone. Non e' affatto casuale che il libro sia affiancato da un dvd registrato proprio da me al Teatro Augusteo di Napoli. Si tratta di una scelta del grande repertorio di Vittorio Marsiglia, accompagnato dalla sua orchestra e dalle esplosioni continue delle risata del numerosissimo pubblico che, regolarmente, affolla le sue esibizioni.

Per permettere ai lettori non meridionali la comprensione dei testi e di quegli inimitabili doppi sensi che sono il cuore di queste canzoni, il libro - curato da quell'autentico studioso della tradizione napoletana che e' Carlo Missaglia - e' confezionato con note e spiegazioni sia delle canzoni, sia delle 'arditezze' che alcuni pezzi contengono. E' materiale che garantisce sane risate. Con un sapere che proviene dal passato e che sa essere ancora, sorprendentemente, moderno.
Renzo Arbore